Archivi tag: in evidenza

LA TELA D’UN VIGANÒ di Giuseppe Campolo

e gli sberleffi meritevoli di studio In tempi in cui necessita ardimento, petti orgogliosi e intrepidi sorgono dalla massa umana, senza temere per le proprie sorti. Che ce ne siano a iosa al giorno d’oggi — tutti possono vederlo — … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | Lascia un commento

L’UOMO BELLICOSO di Giuseppe Cmpolo

“Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, le cortesie, l’audaci imprese io canto”. La mielata visione poetica di Ludovico Ariosto è ormai molto lontana dalla grossolana rappresentazione del contrasto di armi e di amori che ne danno ora i monopolizzatori … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | Lascia un commento

IO SONO COMPLOTTISTA di Giuseppe Campolo

il fuorviante uso della parola Umberto Eco, con il suo opuscolo dallo stile abbastanza pedestre “Il complotto” ha dato autorevole crisma ai pappagalleggianti che stigmatizzano con alquanto disprezzo i complottisti, che sarebbero quelli che vedono intrighi a danno del popolo … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | Lascia un commento

LA PALINGENESI È VICINA di Giuseppe Campolo

Le logiche produttive non riguardano il futuro e la palingenesi è vicina. Soavità di saggi, opposta alle sciocchezze, vorrebbero che ci apparisse il silenzio dei politici, avverso alla voce, non più solitaria, di chi ci informa e li accusa. Si … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | Lascia un commento

DI UNA DELITTUOSA VIRTÙ di Giuseppe Campolo

Il pensare, che io testimonio, non ha marchio di successo, che ormai è tutto democratico, numerico, acritico, derivato. Il mio parlare non può incontrare che sporadico favore. Non raccoglie mille ‘mi piace’ su Facebook; e forse infastidisce un po’ gli … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | Lascia un commento

LA RIBELLIONE MELODIOSA di Giuseppe Campolo

L’allora giornalista d’inchiesta del settimanale ABC, che avevo conosciuta quando ancora ero poco più che un ragazzo, e poi divenuta mia adorabile amica finché ascese, la contessa Sole Sandri Orgnani una volta venne a Messina assieme a Emanuele Severino, di … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | Lascia un commento

I VIRUS DELLE CORONE di Giuseppe Campolo

Preso atto che i grammatici ne sanno più dei maestri della lingua, che i critici sono addentro ai misteri della creazione artistica più dei poeti e più dei creatori di mondi quali sono i romanzieri; preso atto che i politici … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | 2 commenti

IL VERDE E IL NARCISO di Giuseppe Campolo

Autunno ha sposato Primavera, eludendone il padre Inverno; e anche quelli che Primavera sognavano eterna ne hanno ora paura! Come è possibile che quest’aria dolce, simile ad un idillio universale, preluda alla catastrofe promessa e minacciata? Non piace più il … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | Lascia un commento

Giuseppe Campolo: COPYRIGHT ALLA REGINA

«Mi domando da che cosa, da che meccanismo mentale, da quale interesse, coscientemente attivo o coerente e nascosto, proviene l’ammirazione per la cultura tibetana. Che interesse o quale romantica debolezza spinge a idealizzare la figura del Lama in esilio, a … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | Lascia un commento

Giuseppe Campolo: L’ERBETTA

Agricoltore mancato, nei tre vasi sul balcone che ho seminato a radicchio pomodoro e sedano, i primi esseri viventi visibilmente nati sono erbette dicotiledoni di qualche millimetro, che io, prima incerto e poi risoluto, strappo via, contemplandone le diafane radici … Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI | Contrassegnato , | Lascia un commento